Tethering, chi mi spiega questa cosa?

Come raccontavo nel mio ultimo post (non vi metto il link, tanto è qua sotto), vivo in un tratto di strada piuttosto sfigato di un comune piuttosto piccolo nel pavese, e non beneficio – purtroppo – di una connettività Internet adeguata ai tempi. Sto quindi cercando di correre ai ripari sfruttando un eventuale tethering con il mio smartphone.

Detto questo, mi sfugge una cosa. Se faccio uno speed test con il telefono (per la cronaca: un Oppo A72 con una scheda Iliad) ottengo questi risultati:

Ho registrato questi valori in tre momenti diversi, in tre punti diversi della casa. Quello di mezzo – 61,2Mbps – lo ottengo quando posiziono il telefono vicino alla finestra, dove probabilmente prende meglio. A volte raggiungo anche i 70-80Mbps.

Adesso cominciano i problemi. Mi spiegate perchè se attivo il tethering dallo smartphone, e collego il mio PC Desktop, quei valori non li raggiungo mai?

A cosa può essere dovuto il problema? La chiavetta WiFi che ho acquistato per il mio PC Desktop è questa, ovviamente presa su Amazon.
E’ ovviamente connessa ad una porta USB 3.0 del mio PC.

Può dipendere dal telefono? Conviene acquistare un modem 4G dedicato nel quale infilare la SIM Iliad? Gli smartphone hanno qualche sorta di tappo lato hardware/software per limitare la banda usata? E’ colpa del brand Oppo, magari con uno smartphone di punta come Samsung le cose sarebbero migliori?

Altre idee?

Send to Kindle

Igor Damiani

La sua passione per l'informatica nasce nella prima metà degli anni '80, quando suo padre acquistò un Texas Instruments TI-99. Da allora ha continuato a seguire l'evoluzione sia hardware che software avvenuta nel corso degli anni. E' un utente, un videogiocatore ed uno sviluppatore software a tempo pieno. Igor ha lavorato e lavora anche oggi con le più moderne tecnologie Microsoft per lo sviluppo di applicazioni: .NET Framework, XAML, Universal Windows Platform, su diverse piattaforme, tra cui spiccano Windows 10 piattaforme mobile. Numerose sono le app che Igor ha creato e pubblicato sul marketplace sotto il nome VivendoByte, suo personale marchio di fabbrica. Adora mantenere i contatti attraverso Twitter e soprattutto attraverso gli eventi delle community .NET.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.