Visual Studio 2017 ed il mese di aprile

Beh direi che di carne sul fuoco ce n’è abbastanza. Alla faccia di chi diceva che UWP è “poco considerato”. Ho raccolto qui sotto una serie di link tratti da MSDN sugli ultimi rilasci avvenuti nelle scorse ore per quanto riguarda Visual Studio 2017, .NET Framework, Universal Windows Platform.

Visual Studio 2017 Update
https://blogs.msdn.microsoft.com/visualstudio/2017/04/05/visual-studio-2017-update/

Visual Studio 2017 Performance Improvements
https://blogs.msdn.microsoft.com/visualstudio/2017/04/05/visual-studio-2017-performance-improvements/

Announcing the .NET Framework 4.7
https://blogs.msdn.microsoft.com/dotnet/2017/04/05/announcing-the-net-framework-4-7/

Updating your tooling for Windows 10 Creators Update
https://blogs.windows.com/buildingapps/2017/04/05/updating-tooling-windows-10-creators-update/#.WOXeGqlgXqU.twitter

Annoncing UWP Community Toolkit 1.4
https://blogs.windows.com/buildingapps/2017/04/03/announcing-uwp-community-toolkit-1-4/#.WOUMb6b_YB4.twitter#lyhX2JFgJp6liyL7.97

Windows 10 Creators Update SDK
https://blogs.msdn.microsoft.com/chuckw/2017/04/06/windows-10-creators-update-sdk/

Fresh Bits – Windows 10 Creators Update and Creators Update SDK
https://blogs.msdn.microsoft.com/marcelolr/2017/04/05/fresh-bits-windows-10-creators-update-and-creators-update-sdk/

Submissions using Windows 10, version 1703 are now being accepted!
https://blogs.msdn.microsoft.com/windows_hardware_certification/2017/04/05/submissions-using-windows-10-version-1703-are-now-being-accepted/

Team Explorer for TFS 2017
https://blogs.msdn.microsoft.com/bharry/2017/04/05/team-explorer-for-tfs-2017/

What’s new in Windows 10 Creators Update (Coming April 11)
https://blogs.msdn.microsoft.com/techtalks/windows-10/whats-new-in-windows-10-creators-update-coming-april-11/

Send to Kindle

Trello API su NuGet

Volevo segnalare la presenza di questi 3 package pubblicati su NuGet:

Manatee.Trello

Manatee.Trello.ManateeJson

Manatee.Trello.WebApi

Dopo la solita autenticazione effettuata via OAuth, avete tutta una serie di funzionalità read/write verso Trello, che vi permettono di leggere e scrivere bacheche, board, task e tutte le informazioni relative.

Ho provato, giusto per curiosità, le funzionalità di base, e ci sono tutte. Magari può interessare a qualcuno di voi in ascolto, magari per realizzare un client di qualche tipo, preferibilmente desktop (WPF) o meglio ancora UWP!

Smile

Send to Kindle

Visual Studio 2017 to the max: grazie!

Sabato 25 Marzo è stata la giornata del primo evento Visual Studio 2017 on the max, organizzata dalla nostra nuova community Visual Studio Tips & Tricks. Beh, è stata una bella giornata, ragazzi. Tante persone, alcuni amici di community, alcuni partecipanti ai miei corsi che sono venuti a trovarmi. Tanti complimenti distribuiti a tutti. Location direi perfetta, con un’ottima sala (un po’ troppo calda all’inizio, ma abbiamo rimediato, no?). Gli iscritti totali sono stati ufficialmente 114, i presenti effettivi poco meno di 80. Direi un ottimo risultato, per una community neonata, sorta come un’araba fenice dalle ceneri della mitica Visual Basic Tips & Tricks. Per me è stata una giornata speciale, perchè è stata la mia prima giornata da speaker in un contesto puramente community. Sarò fatto strano io, ma credo con tutto me stesso che arrivare a fare una sessione tecnica sia un punto di arrivo, un traguardo, ma allo stesso tempo un nuovo inizio di un mondo un po’ più grande.

image

La mattinata è stata incentrata ovviamente su Visual Studio 2017; io in particolare, nei 45 minuti a mia disposizione, vi ho raccontato di tutte le novità riguardanti il mondo Universal Windows Platform. Ci saranno altre occasioni per parlarvi anche di altro: Windows Presentation Foundation, Xamarin Forms, Azure, .NET Core, e via via tutto ciò che ci chiederete di fare come community.

image

Per ora un sentito grazie agli altri membri del team, a tutti voi che avete partecipato e che avete deciso di impegnare una vostra mezza giornata per venire ad ascoltarci. Ogni tanto è bello vedervi dal vivo!

Alla prossima!!!!

Send to Kindle

Una mattinata nella Microsoft House

Sembra una giornata come tante. Prendo la macchina, entro in A1 dal casello di Lodi, mi infilo in autostrada in direzione Milano. Parcheggio a San Donato Milanese, prendo la metropolitana gialla fino a raggiungere la Stazione Centrale, poi cambio con la verde e scendo a Garibaldi. Sembra una giornata come tante, perchè questo è bene o male il tragitto di migliaia, di centinaia di migliaia di persone che ogni giorno raggiungono gli uffici della metropoli milanese. Da Garibaldi si percorre in pochi passi Corso Como, costellato di locali alla moda ed uno dei centri nevralgici della nuova movida milanese, da quando con Expo 2015 questa zona della città è praticamente rinata. Qui adesso sono collocate la Unicredit Tower, il bosco verticale vincitore di diversi premi di design, piazza Gae Aulenti, Eataly, tantissimi negozi di brand appartenenti al mondo della moda e del lusso, innumerevoli bar e locali per prendere un aperitivo e mille altre occasioni per vivere appieno il sapore di una grande città come Milano. Insomma, si fanno due passi e ci si rende conto di essere al posto giusto nel momento giusto.

Ed è qui che sorge la nuova e spettacolare Microsoft House, che ho avuto l’onore di visitare a tu per tu con Andrea Benedetti, Director of Technical Evangelism di Microsoft Italia, che ovviamente ringrazio per il tempo che mi ha concesso.
Di che cosa si tratta?

In due parole: basta con la bellissima ma isolatissima cattedrale nel deserto di prima. Oggi Microsoft è nel cuore della città, raggiungibile dalle stazioni dei treni, dalla metropolitana, con i taxi. In una struttura completamente di vetro (832 finestre), trasparente come trasparente vuole essere la sua comunicazione. 5 piani di tecnologia, di voglia di fare e di lavorare, immersi in un ambiente accogliente ed allo stato dell’arte.

Una zona aperta al pubblico
Microsoft House mette a disposizione una zona aperta e disponibile al pubblico. Per fare cosa? Per parlare e toccare con mano le tecnologie Microsoft, che siano PC, convertibili 2-1, tablet, telefoni, mouse, tastiere, XBOX e chi ne ha più ne metta. E’ un grande punto in cui ritrovarsi e chiaccherare, rimanere aggiornati sulle ultime novità, prendere parte ad eventi per il mondo consumer. Vi consiglio di dare un’occhiata di tanto in tanto al sito https://www.microsofthouse.it/, giusto per non perdere nulla delle esperienze che Microsoft vi permette di vivere. Ci sono stato, da normale visitatore, la domenica successiva a quella dell’inaugurazione ufficiale; ho incontrato alcuni amici ed insieme a loro ho vistato lo showroom. E’ proprio bello da vedere. E’ un crocevia di gente, di passanti e di semplici curiosi, che entrano, fanno due passi, guardano e commentano, magari bevono un caffè, e poi se ne vanno. Così, naturalmente, come se fosse un luogo di incontro o una piazza.

Tantissime zone per lavorare
Ovviamente la parte che Andrea mi ha permesso di visitare è quella al di fuori delle normali zone aperte al pubblico. Gran figata. Ci sono uffici grandi e piccoli, a seconda delle esigenze e del tipo di lavoro da svolgere. Ci sono spazi dedicati ai piccoli meeting o ai grandi eventi per le community.

image

Ci sono diverse zone di svago dove bere un caffè o scaldarsi qualcosa con il microonde. Ci sono teatri per accogliere sessioni tecniche e sale riunioni con Surface Hub per condividere slide e video.

image

image

Nella nuova Microsoft House tutto è pensato per farti vivere al meglio, e lavorare in uno spazio gradevole e non faticoso. Anche se poi, immagino, arrivi sempre il momento in cui devi farti un mazzo tanto per portare a casa la soddisfazione del cliente.

image

Andrea Benedetti mi ha raccontato delle tendine frangi-sole e del sistema di climatizzazione completamente governati da un sistema IoT. Mi ha raccontato tante piccole caratteristiche della Microsoft House che onestamente mi hanno proprio reso orgoglioso di far parte, nel mio piccolo, del mondo Microsoft, da appassionato e da professionista quale sono.

image

E’ stata una mattinata unica, e probabilmente ne vivrò tante altre, nei prossimi mesi ed anni, quando si terranno eventi community. Già adesso non vedo l’ora.

Una cosa che mi ha molto colpito è la più completa insonorizzazione degli ambienti rispetto alla città. Già mi immaginavo di sentire auto, sirene delle ambulanze a tutto spiano, fastidiosi clacson, frenate, etc. etc. Nulla di tutto questo. Microsoft House è un piccolo paradiso in una grande città caotica. La foto qui sotto è stata scattata dall’ultimo piano della sede; il traffico non era molto, sebbene fossimo in piena mattinata, questo è vero, ma vi posso assicurare che non si sente assolutamente nulla. Si lavora in tranquillità e belli concentrati.

image

E poi?
Chiamato dai suoi impegni di lavoro, Andrea mi ha ovviamente salutato, non prima però di aver scattato una foto assieme nell’atrio di Microsoft.

image

E poi…mi sono parcheggiato, ho acceso il PC, ho scaricato le foto dal mio cellulare, ho scritto qualche mail, ho partecipato ad una call con capi & clienti. Alle 12 sono uscito da Microsoft House, ho mangiato lì nei paraggi (ci sono pizzerie, ristorantini e baretti di ogni genere e tipo), mi sono reinfilato nella metropolitana milanese per raggiungere un cliente che mi aspettava nel pomeriggio.

Grazie Andrea Benedetti per avermi fatto da guida turistica d’eccezione (il suo tempo è poco, ed avergliene rubato un po’ mi galvanizza) e grazie Brain-Sys per avermi concesso una mattinata di tempo. Grazie Microsoft per continuare a trasmettermi voglia di scrivere software.

Send to Kindle

Visual Studio Tips & Tricks : SI PARTE!!!

La nostra neonata community Visual Studio Tips & Tricks parte alla grande.

Il prossimo Sabato 25 Marzo, presso il Garda Hotel di Montichiari (Brescia), si terrà il nostro primo evento pubblico, Visual Studio 2017 to the max. Sarà una delle prime occasioni per vedere dal vivo la versione RTM del prossimo Visual Studio. Nel mio caso vi parlerò un pochino di Universal Windows Platform, mentre gli altri speaker tratteranno di IDE, Entity Framework Core e di Cognitive Services.

Trovate maggiori informazioni sulla news ufficiale pubblicata all’indirizzo http://www.visualstudiotips.net/view/ArticleId/35/Visual-Studio-to-the-max.

Chiaramente l’evento è totalmente gratuito!!! Partecipate!!!!

L’iscrizione si sono aperte questa mattina, abbiamo tanti posti ma chiaramente la quantità è limitata.

Non perdete tempo, iscrivetevi e veniteci a trovare!

Send to Kindle

Documentazione UWP in formato PDF

E se vi dicessi che ci sono 5133 pagine di documentazione su UWP che vi stanno aspettando?

Mi è capitato sottomano un tweet, oggi, parecchio interessante.

You can download all Windows UWP docs in PDF form.

Ero già al corrente del fatto che la documentazione ufficiale UWP fosse stata spostata sul nuovo portale, ma onestamente questa news del formato PDF mi era proprio sfuggita. Detto questo, è sufficiente per esempio raggiungere l’url https://docs.microsoft.com/en-us/windows/uwp/get-started/your-first-app ed effettivamente in basso a destra c’è un bel link:

image

Cliccando il link, parte il download del file PDF. Se lo si fa con Edge, il download sembra che abbia qualcosa che non vada: appare il tradizionale viewer dei PDF, sembra che non stia scaricando nulla. L’ho fatto con Chrome e la cosa va un po’ meglio: c’è una progress-bar che mostra chiaramente il download in corso.

L’unico problema?
Il file pesa 54,5Mb, e comprende ben 5133 pagine di documentazione.
Buona lettura!

Send to Kindle

Nasce una nuova community: Visual Studio Tips & Tricks

Oggi, lunedì 20 febbraio 2017, abbiamo il piacere di annunciare la nascita di una nuova community tecnica chiamata Visual Studio Tips & Tricks.

image

Il nome è certamente e volutamente evocativo, ma questa community non è assolutamente un’estensione di Visual Basic Tips & Tricks.

E’ una realtà totalmente nuova, autonoma e piena di freschezza, che ha lo scopo di divulgare conoscenza sulle tecnologie Microsoft per lo sviluppo di software ad ampio raggio, negli ambiti Mobile, Desktop, Cloud con l’ecosistema di Microsoft Visual Studio, inclusi Visual Studio Code e Visual Studio for Mac.

Ciò vuol dire che ci occuperemo massicciamente di cose come Xamarin, Azure, intelligenza artificiale, Visual Studio Code, Roslyn, .NET Core, di Universal Windows Platform, di DevOps e Visual Studio Team Services, dei linguaggi .NET senza distinzione e di tutto ciò che può ruotare allo sviluppo di software con gli strumenti della famiglia Visual Studio.

Siamo già abituati a trattare tutti questi argomenti ma serviva uno spazio più adeguato, per noi stessi e per gli utenti che hanno avuto “timore” ad avvicinarsi a un sito il cui nome è legato a un linguaggio storico ma il cui uso è statisticamente ben circostanziato.

Il Team di questa nuova community è composto da Alessandro Del Sole, Renato Marzaro, Laura La Manna, Antonio Catucci e Igor Damiani. Persone abbastanza note nel mondo delle community Microsoft per la loro grande passione non solo per la tecnologia ma anche per la condivisione della conoscenza e legate tra loro da amicizie durature.
Il sito Web di questa community offre, gratuitamente, un’Area Articoli che già contiene numerosi articoli tecnici pronti per voi su argomenti come Xamarin, UWP e C# 7. C’è inoltre un’area dedicata a forum tecnici organizzati per area tematica nei quali potremo porre i nostri quesiti e rispondere a domande degli altri utenti.

In cantiere ci sono anche diversi eventi che erogheremo in diverse città italiane in modo da poterci incontrare di persona e di condividere più da vicino la nostra passione con tutti voi.
Abbiamo inoltre creato un canale di community su YouTube dove pubblicheremo i nostri video tecnici e dove già ne trovate alcuni dedicati a Xamrin, Roslyn e Visual Studio for Mac.
Non potevamo inoltre mancare sui più diffusi social network, pertanto abbiamo creato:
•    una pagina Facebook su cui potrete seguire novità di community e dal mondo dello sviluppo;
•    un account su Twitter;
•    un profilo Instagram che useremo non solo per occasioni di community ma anche per darvi flash visivi su alcuni contenuti.
La community è appena nata, quindi sicuramente ci saranno molti aggiustamenti da fare col tempo ma saremo felici se vorrete darci i vostri feedback.
Da parte del sottoscritto, due parole su VB T&T: continuerà a vivere e sarà supportata. La velocità con cui si muove la tecnologia e la direzione presa dal mondo dello sviluppo, ad ogni modo, ci porterà ad investire la maggior parte delle risorse e del tempo sulla nuova Visual Studio Tips & Tricks. Un motivo in più per visitare il nuovo sito e seguirci.
Come sempre, qualunque comunità non ha senso se non c’è la partecipazione e l’aggregazione delle persone. Quindi, i vostri contributi come articoli, partecipazione nei forum o video formativi saranno più che benvenuti.

Vi aspettiamo!

Send to Kindle

Visual Studio 2017 esce il prossimo 07/03

Beh, secondo questo post ufficiale Visual Studio 2017 uscirà ufficialmente il prossimo 7 marzo. Sarà un martedì. Quel giorno mi raccomando: scaldate i PC, riavviate i vostri modem per scaricare il più velocemente possibile i file iso per effettuare il setup.

Avrò occasione, qua sul mio blog ed in altre parte del web (ho delle sorprese in merito), di raccontarvi tutte le novità del nostro IDE. Vi parlerò di sviluppo di applicazioni desktop e di applicazioni UWP, di Azure, e di tanto altro ancora, come ormai è consuetudine.

Non mancate l’appuntamento!!!!

Send to Kindle

[Ammy.5] Modifiche a runtime del codice

Il linguaggio Ammy supporta una feature a mio avviso straordinaria, anche se ad oggi presenta dei piccoli bug, già segnalati.

Mentre la vostra applicazione WPF è in running, potete tranquillamente continuare a lavorare sul codice della UI – scritta in Ammy – senza interromperne l’esecuzione.

Per farlo, il runtime di Ammy utilizza i socket. Ecco il motivo per cui la prima volta che fate F5 con Visual Studio il firewall di Windows intercetta la comunicazione di rete:

image

Ovviamente dovete cliccare su Consenti accesso. Fatto questo potete mantenere l’applicazione in esecuzione (magari su un monitor secondario), tornare in Visual Studio ed editare in tutta libertà il codice Ammy. Ogni volta che salverete il file, Visual Studio scatenerà un refresh della Window.

Sulla homepage ufficiale di Ammy c’è un bel video di poco meno di 30 minuti che vi mostra questa caratteristica del linguaggio. Cito testualmente dalla fonte: “Note that application was always running during the development, never needing to restart”.

Voglio farvi notare un’ultima cosa, prima di salutarvi. Nell’editor di codice Ammy c’è un pallino che indica la validità del codice Ammy (lo ricordo, che riprende la sintassi dal JSON). Quindi:

  • Pallino verde: tutto ok
  • Pallino rosso: qualcosa non va in Ammy

image

Personalmente, ad oggi trovo piuttosto ostico scrivere Ammy. Dopo 10 anni di XAML, è dura cambiare linguaggio per la UI, ma i vantaggi ci sono, cerco di adeguarmi, per cui butto sempre un occhio a questo indicatore per avere una conferma visiva. Per ora non sto usando Ammy in alcun progetto reale per un cliente, ma non si sa mai.

Ok! Mi hai detto che ci sono dei bug, quali sono?
I bug di Ammy sono tanti, essendo un linguaggio in fase di sviluppo. Per rimanere sul tema di questo post, accade la seguente cosa. Supponiamo di avere un po’ di code-behind, legato ad un evento di un qualsiasi controllo della UI. Ricordate la PasswordBox di cui abbiamo parlato nell’ultimo post? Supponiamo di sottoscriverne l’evento PasswordChanged.

PasswordBox {
#Cell(1, 1),
VerticalAlignment: Center,
HorizontalAlignment: Stretch,
PasswordChanged: "changed"
}

E’ esattamente come faremmo con lo XAML. L’intellisense ci viene in aiuto, fino ad un certo punto. Purtroppo dobbiamo scrivere noi l’event handler legato a questo evento. Una volta che avete sottoscritto l’evento e predisposto l’event handler nel code-behind, ovviamente tutto funziona. Fate per scrivere una password, e passate dal codice del vostro handler. Nulla di strano fino a qua.

Se successivamente modificate il codice Ammy a run-time e salvate, la Windows viene aggiornata, ma l’event handler si sgancia. Morale: dovete stoppare e riavviare l’applicazione. Da tener presente che tutto questo accade se lavorate con eventi ed un po’ di code-behind. Se approcciate con MVVM il problema non si pone, ma c’è comunque.

Happy coding!

Send to Kindle