Mag 27 / Igor Damiani

Parlare di WPF in Microsoft House

Il 24 Maggio scorso ci sono stati i Community Days 2018 presso Microsoft House, a Milano. Inizialmente mi ero iscritto, mesi fa, perchè indipendentemente dai contenuti (che possono essere di tuo gradimento oppure no), queste sono sempre occasioni da non perdere. Peccato accorgersi che proprio quel giorno avrei dovuto tenere il mio quarto ed ultimo giorno di corso su Windows Presentation Foundation + .NET Standard + MVVM in Overnet Education, per cui avrei dovuto arrendermi e saltare l’evento.

Non è andata proprio così, alla fine (per fortuna).

Lunedì 21, parlando con i quattro partecipanti, si era ventilata un’idea bizzarra ma divertente, ovvero quella di svolgere l’ultima giornata proprio in Microsoft House. Nessuno aveva mai proposto una cosa simile, a quanto pare. L’idea nasce inizialmente nel mio cervello, poi la espongo e racconto agli amici (tecnici) di Overnet, che tutto sommato non la trovano così sgradevole, anzi… La palla passa poi ai commerciali, che mi appoggiano, a patto ovviamente di riuscire a trovare e prenotare una saletta in Microsoft House per il 24 Maggio, durante i Community Days. Scrivo di getto una mail all’amico Andrea Benedetti, di Microsoft Italia, che senza troppe domande prenota la Design Suite al primo piano della nuova spettacolare sede.

Quindi, il gioco è fatto.
Eccoci qua!

Ecco una foto dei quattro partecipanti del corso. Da sinistra verso destra sono: Michele, io, Marco, Alessandro ed Alberto. Michele ed Alessandro appartengono ad una società, mentre Marco e Alberto ad un’altra.

E’ stata una giornata incredibile. Sole estivo, sede in gran spolvero, accoglienza magnifica, saletta spaziosa e bellissima, clima divertente, WPF spremuto fino (quasi) all’ultima riga di XAML. A metà mattina abbiamo fatto una breve pausa, e sul nostro piano ci siamo anche beccati un meeting con HoloLens. Non farò nomi perchè sarebbero troppi, ma mando un saluto a tutti quelli che ci hanno intravisto nella nostra sala per il corso.

Ovviamente c’è da ringraziare un po’ tutti: il personale di Overnet Education che ha reso possibile questa iniziativa, Microsoft nella persona di Andrea Benedetti per la disponibilità e la tempestività con la quale è intervenuto ed agito.

Non ho potuto seguire le sessioni, ovviamente, ma è stato comunque bello incrociare gli amici di community di sempre, quelli che abitano lontani e quelli che abitano vicino, chi in Italia e chi all’estero.

Chissà, magari è un’esperienza che si potrà ripetere anche in futuro. Speriamo.

Send to Kindle
Leave a Comment